KYOTO

Alimentare, vini liguri alla conquista del Giappone

settembre 5, 2010 di WEBMASTER - Nessun commento

Vermentino, Pigato e Rossese vini liguri alla conquista del Sol Levante. Con l’obiettivo, per i bianchi, di diventare presenza fissa sui tavoli dei grandi ristoranti di Tokyo come accompagnamento ideale per il sushi, il pesce crudo tipico della cucina giapponese. Nella sede della Regione Liguria è stato presentato stamani dall’assessore all’Agricoltura Giancarlo Cassini un progetto di promozione dei vini liguri in Giappone, e in generale nei paesi extraeuropei, che durerà fino al 2013. “Siamo partiti quest’anno in Giappone con un finanziamento di 73.000 euro e per il 2010 siamo saliti a 199.000”, ha spiegato l’assessore. Le cifre coprono il 50% degli interventi di promozione, il resto lo mettono i privati, in particolare l’azienda di distribuzione di prodotti italiani di qualità Eataly, che insieme con aziende vinicole liguri ha formato un’associazione temporanea di impresa per partecipare ai bandi regionali (quello per il 2010 è scaduto il 30 ottobre). “A Tokyo – ha spiegato il presidente di Eataly Oscar Farinetti – abbiamo tre spazi nei quali facciamo sia ristorazione che vendita e dove è in corso la promozione per il 2009. Il prossimo anno useremo anche lo spazio che aprirà a giugno a New York”. I vini liguri coinvolti finora nelle degustazioni, libere e guidate, organizzate nel principale dei tre negozi di Tokyo sono quelli delle etichette Poggio dei Gorleri, Bruna, Monticello e Santa Caterina che hanno fornito Vermentino, Pigato, Rossese Riviera Ligure di Ponente, Ormenasco e Colli di Luni. “Ma entro la fine dell’anno – ha sottolinetao l’assessore – saranno presentati tutti gli otto d.o.p. liguri”. Quindi anche il Rossese di Dolceacqua e lo Sciacchetrà delle Cinque Terre. Agli incontri, ai quali hanno partecipato finora quasi mille persone, sono poi stati promossi altri prodotti liguri come il pesto, l’olio di oliva e le olive taggiasche e sono stati pubblicizzati i luoghi più belli della regione. “Il pesto era già uno dei nostri prodotti più apprezzati – ha spiegato il responsabile estero di Eataly – ora puntiamo sui vini, anche perchè crediamo che si sposino bene con la cucina giapponese, in particolare il sushi”.