logo unasco nuvola

Turismo, olio extravergine prodotto di nicchia alla conquista dei mercati

marzo 5, 2009 di WEBMASTER - Nessun commento

È ancora un prodotto di nicchia sebbene la produzione – mediamente 20 mila quintali nel comprensorio interregionale – aumenti di anno in anno, assieme all’interesse dei mercati: è l’ olio extravergine i cui produttori veneti, assieme a quelli trentini e friulani (7000 in totale) sono riuniti nell’Aipo. Due le Dop venete: “Gardà e ‘Veneto”, con le sottodenominazioni Valpolicella, Euganei e Berici e del Grappa per 11.000 quintali annui. In buona misura veronesi. La raccolta, su un superficie di tremila ettari di cui il 40% dop, viene fatta dalla terza decade di ottobre a fine novembre. Furono i coloni romani a coltivare l’olivo nelle zone collinari e pedemontane del Veneto. Gli olivi qui sono maggiormente resistenti al freddo, fattore che ha influito non poco sulle alterne fortune dell’olivicoltura a queste latitudini. Un rilancio c’è stato sotto la dominazione veneziana e dalla fine della Grande Guerra la coltivazione dell’olivo è cresciuta. Il “Garda” interessa la parte veronese del lago, da Peschiera a Malcesine, fino Valeggio sul Mincio: questo olio ha un colore verde da intenso a marcato e fruttato leggero con sensazione di mandorla dolce. Tappa per i turisti la punta di S.Vigilio, con il suo antico monastero, oggi albergo e ristorante sulla darsena, e il museo dell’olio di Cisano, sulla Gardesana. L’altro distretto veronese dell’olio è quello che entra nelle terre vinicole dell’Amarone: qui l’olio è di colore giallo e un fruttato leggero, con leggera sensazione di amaro e muschiato. Anche in quest’area, per chi è alla ricerca di frutti della terra e cultura, non mancano ville e castelli da vedere.

L’altra Dop coinvolge i Colli Berici, nel basso vicentino, e i Colli Euganei, nel padovano, dove l’olio si presenta con un colore verde oro da intenso a marcato e per il fruttato, di varia intensità, con leggera sensazione di amaro. L’olio Veneto del Grappa, prodotto nella fascia collinare tra le province di Vicenza e Treviso, è di colore verde-oro e fruttato di varia intensità, con sensazione di amaro per gli oli freschi. Note sono le proprietà benefiche dell’olio extra vergine di oliva: consigliato contro l’arteriosclerosi, il colesterolo, il diabete e le malattie cardiovascolari; protegge, disinfiamma, ha un’azione antiossidante ed effetti positivi sulla digestione. L’ olio si deve consumare nella stessa annata di produzione, va conservato in luoghi freschi e asciutti, in ambienti con temperature quasi costanti, deve essere protetto dal calore e dalla luce diretta. Il freddo non provoca alterazioni, ma sarebbe meglio comunque che l’olio non congeli. Tra gli eventi dell’olio: Fieracavalli con il Villaggio di Bambino (5-8 novembre 2009).